SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

martedì 25 novembre 2008

LA RIFLESSIONE DI OGGI

Ciao a tutti e a tutte... Oggi volevo trarre spunto dall'imminente uscita dell'edizione speciale de La Bella Addormentata nel Bosco di Walt Disney, che si propone di celebrare nel modo migliore il cinquantesimo anniversario di questo classico dell'animazione. Nella nuova edizione che verrà distribuita abbonderanno gli inserti speciali e ci sarà una sezione speciale dedicata alla cattiva del film, ovvero la strega Malefica (Maleficent in originale), con una serie di schizzi inediti e disegni originali, tra cui quelli che vedete qui di seguito.







Malefica era stata ideata da Marc Davis (1913-2000), che tra l'altro è stato il creatore di personaggi altrettanto evocativi come Crudelia De Vil (in italiano Crudelia De Mon) e Tinker Bell (ovvero la fatina Campanellino, o Trilli come venne tradotta nel primo doppiaggio italiano di Peter Pan), e quasi da subito si affermò come icona dell'immaginario gay. Indagare sulla fenomenologia dell'icona gay sarebbe lungo e complesso, e vorrebbe dire parlare dei diversi livelli di identificazione del pubblico omosessuale nei confronti di certi personaggi... Quindi eviterò. In questo caso, però, ci sono almeno due punti su cui varrebbe la pena soffermarsi. Il primo è il look androgino ed eccessivo di Malefica (una vera e propria drag queen moderna ante litteram), il secondo è il fatto che, a rigor di logica, se è vero che Malefica è diventata la cattiva della storia è anche perchè era stata emarginata, non essendo stata invitata al battesimo della principessa Aurora. Se fosse stata invitata sarebbe stata così cattiva? Non è stata invitata perchè era pericolosa o è diventata pericolosa perchè è stata "discriminata"? Non lo sapremo mai, ma di certo per decenni la sua vicenda è stata una squisita metafora della vita di tante persone omosessuali, inacidite perchè evitate, ed evitate perchè "diverse" dalle aspettative della gente per bene. Magari se Malefica si fosse presentata anche lei con un vestitino dai colori pastello come le altre fate madrine problemi non ce ne sarebbero stati... Chissà, forse avrebbe fatto alla principessina un dono veramente utile... Altro che Canto e Bellezza... Avrebbe donato la furbizia, o la scaltrezza, o magari quel pizzico di malizia e intelligenza che nessuna buona fata ha pensato fosse il caso di donare a una principessina per bene. Forse non è stata invitata proprio perchè essendo furba e sensuale, invece che vecchia e rintronata come le altre fate, avrebbe potuto avere un'influenza "negativa" sulla principessina... Aiutandola a ragionare, a emanciparsi, a ribellarsi o a fare qualcosa di poco conveniente (Chessò... Tipo volersi scegliere il marito da sola... O addirittura perdere la verginita prima di sposarsi!) Chissà... In effetti nella versione originale della favola la morale era proprio quella di non aspettare dormendo l'arrivo dell'amore (e di tutti gli annessi e connessi). Al di là di queste speculazioni filosofiche totalmente fini a sè stesse, però, c'è da dire che questa caratterizzazione di Malefica, androgina e QUEER, è stato un po' il tratto distintivo dei cattivi della Disney. Maliarde e streghe che si presentano come drag queens, e avversari maschili sovrapponibili ad altrettante tipologie gay, che peraltro hanno seguito l'evoluzione dello stereotipo gay. Infatti se Capitan Uncino ricordava il gay effemminato, Gastòn de La Bella e la Bestia era il classico palestrato e Scar de Il Re Leone aveva un nonsochè di "minaccia per i minori"... E vogliamo parlare di Frollo ne Il Gobbo di Notre Dame? Tutto devozione religiosa e sesso represso. In effetti col tempo questo trend ha iniziato a stufare i gay americani, e le proteste col tempo sono aumentate. Forse non è un caso se in tempi più recenti il capitano Jack Sparrow interpretato da Johnny Deep nella trilogia dei Pirati dei Caraibi sia stato un protagonista dai risvolti decisamente ambigui, ma non per questo malvagi. Magari i tempi possono davvero cambiare, dopotutto. Detto questo vi lascio con un piccolo omaggio a Malefica sulle note de La Regina della Notte...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Non so forse darò un giudizio troppo etero, ma sinceramnete mi sembrano un pò voli pindarici le interpretazioni che hai dato ai personaggi della Disney - che comunque grazie alla loro universalità e difussione si prestano bene a varie chiavi di lettura lo ammetto- in primis non hai nominato Ursula, la cattiva per eccellenza disney e a cui si sono veramente ispirati alla drag queen Divine e che esterna una femminilità e una malizia veramente talvota rimarcate eccessivamente.
Malefica non mi sembra una drag queen, anzi, incarna l'oscurità, la malvagità e la morte - volto emaciato colore delle vesti viola e nero- non è stata invitata proprio perchè malvagia, ma il male non ha bisogno di inviti per manifestarsi, credo sia questo il senso.
Stessa chiave di lettura si può dare agli altri personaggi da te citati.
Ora non voglio dilungarmi eccessivamente, ma bellezza e canto - intese anche come bontà senso dell'arte, felicità nel vivere- non dovrebbero esserei i doni che più di altri dovrebbero essere fatti a tutti, principesse e principi?

Matt ha detto...

Bha saro stupido a pensarlo ma la bonta la gentilezza come la gioia di vivere si acquisiscono avendo dei buoni esempi e sopratutto capendo cosa significa il dolore ed essere maltrattati a propia volta ....ops dimenticavo è una favola .....
Com son della stessa idea del nostro ospite , è vero la figura del gay è sempre stata usata come modello per gli spauracchi dei bambini come per intendere che quello o qulli son il male da combattere o da non assomigliare a tutti i costi pena essere linciati quando da nani incazzati o da principi impasticcati di viagra dal cavallo alto ehm cavallo bianco o infilzati dal papino di turno.
Mha chissà il perchè spesso mi trovavo a tifare per i cattivi .... infatti in questo cartone pensavo sempre che un po se la meritavano la vendetta di Malefica senza contare che avevano invitate le tre vecchi befane che se le mettevi insieme non ne usciva una buona , e poi che geni i genitori bruciamo tutti i fusi tanto la magia mica ne puo creare uno tanto i vestiti li prendiamo alla standa ...bho

Anonimo ha detto...

Sciocchezze e mi sembra puro vittimismo scusa eh, cosa significa subire il dolore e poi capirlo, la bontà è anche quella insita altrimenti la libertà dov'è? Sei sempre condizionato da altri? se non sei buono non lo puoi diventare...devi sempre avere una piccola luce dentro. Gli altri possono farti del male, ma tu puoi superare la cattiveria altrui non sfruttarla come giustificazione per il tuo cinismo... Poi il gay spauracchio per i bambini dove? Che fiabe ti hanno mai letto?

Anonimo ha detto...

bella ed interessante chiave di lettura. tig