SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 29 luglio 2009

LA RIFLESSIONE DI OGGI

Ciao a tutti e ciao a tutte, come state?
Luglio sta finendo, ma spero vi faccia piacere sapere che questo blog ad agosto non andrà in vacanza. Nel frattempo vi ricordo che proprio in alto a destra ci sono sempre degli annunci pubblicitari e che cliccandoci sopra potete mantenere questo blog senza spendere nulla. Finora la media dei click si aggira sulla ventina al giorno, e vi ringrazio tanto, ma visto che da queste parti passano almeno duecentocinquanta persone ogni giorno invito un po' tutti a riflettere sul fatto che un piccolo click non costa davvero nulla. Detto questo oggi volevo affrontare un argomento che in un certo senso mi coinvolge in prima persona, quello dei siti che offrono disegni erotici e pornografici a pagamento, e in particolare mi riferisco alla marea di siti che offrono parodie di cartoni, anime, fumetti e quant'altro, tramite abbonamenti che possono superare anche i trenta dollari al mese... Se state leggendo questo blog è altamente probabile che vi incuriosisca il genere e chi vi siate imbattuti nei suddetti siti almeno una volta.
Ora: al di là del fatto che nella maggior parte dei casi si tratta di siti improponibili, in cui l'ironia di certe situazioni non riesce a compensare minimamente la volgarità e la bassa qualità dei disegni, penso che si tratti di un fenomeno perlomeno interessante da analizzare (anche se finora è rimasto decisamente ai margini del fumetto gay nel senso più "serio" del termine, anche perchè già solo chiamarli "fumetti" è spesso molto improprio)... Non foss'altro perchè c'è davvero della gente disposta a spendere trenta euro e oltre per poter navigare in siti che propongono una quantità impressionante di ciarpame (che tra l'altro spesso non risponde ai disegni delle preview, che in molti casi sono solo specchietti per le allodole).
I casi sono due: o ci sono tantissimi appassionati di fumetti (e cartoni) ricchi e masochisti, oppure questi siti rispondono effettivamente ad un'esigenza abbastanza forte, che sembra coinvolgere trasversalmente tutti i generi di fumetti e cartoni. Personalmente sono giunto alla conclusione che - molto banalmente - la sopravvivenza di questi siti dipende da un dato di fatto che tanti sembrano ignorare, ma che a me sembra estremamente rilevante. Gli appassionati di fumetti e cartoni - anche quelli non proprio addentro a questo mondo - hanno da sempre avuto fantasie erotiche sui loro eroi, anche e soprattutto perchè col tempo hanno creato una specie di legame "intimo" con loro.
Vederli disegnati in atteggiamenti di intimità diventa così una specie di sogno proibito, al pari di vedere un film hard gay con degli attori di Hollywood come protagonisti, ma con la differenza che il legame emotivo con un personaggio dei fumetti o dei cartoni è molto più intenso (poichè non piacciono in quanto attori che interpretano un ruolo, ma in quanto personaggi che vivono "realmente" le loro avventure e che condividono realmente le loro esperienze di vita col loro pubblico per tutta la durata della serie animata in cui compaiono).
Volendo ci sarebbe poi un livello di lettura supplementare, nella misura in cui i personaggi fantastici sono stati un vero e proprio riferimento per tanti bambini e adolescenti, una via di mezzo fra genitori, fratelli e - non di rado - i primi oggetti del desiderio. Forse sbaglierò, ma sono convinto che l'eccitazione che possono procurare i personaggi che provengono da fumetti e serie animate abbia dei retroscena psicologici che dovrebbero essere analizzati in maniera più approfondita per capire meglio la società in cui viviamo.D'altra parte sono anche convinto che, proprio alla luce di questo grande potenziale, i siti a pagamento con disegni erotici e pornografici, ancor più se a tema gay, meriterebbero di essere trattati con maggiore professionalità e serietà. In effetti, anche se è estremamente difficile seguire i reali sviluppi di questo settore, qualcosa in questo senso sembra stia cambiando. Intendiamoci: buona parte della "manodopera" per questi siti proviene da aspiranti fumettisti, illustratori e caricaturisti alle primissime armi, o da giovani di paesi poveri (vedi Est Europa) che è possibile sottopagare senza problemi, ed è ancora molto difficile parlare di reali aspirazioni qualitative. Tantopiù che questo genere di sito a pagamento è spesso gestito con i piedi, senza criterio e senza competenze, mettendo assieme materiale alla rinfusa...
Oltretutto non bisogna essere dei geni per notare che spesso questi siti si appropriano gli uni dei disegni degli altri, o addirittura propongono materiale erotico realizzato da disegnatori con un certo seguito senza alcun permesso degli stessi. Una vera e propria anarchia, insomma. Eppure, in tutto questo casino, sembra che stiano iniziando a comparire dei siti di fumetti a pagamento che propongono materiale originale, con storie originali e - anche se non si tratta di materiale di qualità - forse la situazione potrebbe prendere una piega diversa in un prossimo futuro. Il problema, però, è che questi siti vengono gestiti e amministrati da piccoli imprenditori e non da appassionati di fumetti, e visto che - a parità di investimento - la parodia attira di più anche se è disegnata in maniera obbrobriosa, la situazione si sta evolvendo con una lentezza bestiale. Oltretutto ci si è messa di mezzo una sentenza che, nel 2001, è stata determinante nel segnare l'andamento delle cose. Probabilmente molti di voi non ne sono a conoscenza, ma in quell'anno venne dibattuta una causa che vedeva la Lucas Film (esatto! Proprio quella di GUERRE STELLARI) contro la Media Market Group, di proprietà di un certo Evan Feinberg. La Media Market Group era rea di avere prodotto e distribuito un cartone animato di infima qualità intitolato STAR BALLZ. Si trattava di una parodia pornocomica (ovviamente etero) che mischiava STAR WARS, DRAGON BALL, SAILOR MOON e molto altro ancora, in un inguardabile minestrone animato malissimo...
Come spesso accade in questi casi, però, piantare casini può avere un effetto boomerang notevole... E infatti non solo i giudici americani hanno dato ragione a Evan Feinberg (chiarendo che la parodia, anche erotica, rientra nel diritto di opinione statunitense), ma questi ha anche querelato a sua volta la Lucas Film, perchè lo avrebbe accusato di voler spacciare pornografia ai minori... Ottenendo dieci milioni di dollari di risarcimento!!! Con questo precendente capirete anche voi come e perchè i siti di parodie pornocomiche di bassa qualità siano spuntati come funghi e siano considerati un affare molto goloso anche e soprattutto da chi non se ne intende minimamente di fumetti e cartoni animati. Sigh... Se non altro mi auguro che tutto ciò possa valorizzare l'impegno che il sottoscritto mette nei suoi fumetti, anche perchè il sottoscritto non ha alcuna intenzione di prendere in giro i suoi lettori (cioe voi) spacciando per fumetti delle vere e proprie vaccate, magari facendovele pagare delle cifre spropositate. Spero che, nonostante i ritardi e gli imprevisti, apprezzerete l'impegno (^__^). Ciao e alla prossima.
IMPORTANTE: Se guardate in alto a destra troverete, proprio in cima e in bella vista, degli annunci pubblicitari. Cliccandoci sopra ogni volta che passate di qui potete contribuire al mantenimento di questo sito senza spendere nulla. GRAZIE.

5 commenti:

loran ha detto...

A me sembra che quando uno si fa prendere totalmente dall'ecitazione sessuale perda di vista altre cose, ad esempio si possono trovare disegni e funetti di miglore qualità nei forum dedicati, che oltretutto sono gratis.

Comunque posso assicurarti che se uno guarda i fumetti erotici non soltanto per la libido del momento, la differenza tra questi siti e il tuo lavoro la nota certamente.

Wally Rainbow ha detto...

Grazie ;-)
C'è da dire che, se fosse solo una questione di libido, magari trenta euro verrebbero spesi per dei siti di altro tipo... Secondo me c'è anche una certa passione di fondo per certe cose, anche s epoi viene incanalata in maniera un tantino - come dire - "primitiva" :-) Comunque concordo assolutamente sul valore di forum e mailing list!

loran ha detto...

Si è vero quello che dici, ad esempio io trovo più eccitanti i disegni e i libri, invece che le immagini reali, sarebbe interessante analizzare questo dato per saperne il motivo.
Nel mio caso forse il fatto di saper disegnare mi da modo di concretizzare le mie fantasie nel momento che si presentano.

Albireo ha detto...

WOW Fenix così non lo avevo mai visto O.O
si cmq concordo con quanto detto, meglio la qualità e l'originalità che si può apprezzare con Wally, Takeshi Matsu, Syunnpei Nakata ecc. alla quantità scadente...

Wally Rainbow ha detto...

Accidenti! Che paragone impegnativo! Grazie! :-)