SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 26 agosto 2016

FINLANDIZATION!

Ciao a tutti, come va?

In inglese (e in diverse lingue del nord Europa) c'è un termine, un po' tecnico, che si usa per indicare quel processo di influenza esercitato da una nazione molto potente nei confronti delle piccole nazioni limitrofe: "finlandization" (e cioè "finlandizzazione")... In riferimento all'influenza esercitata dalla Russia sulla Finlandia durante gli anni della guerra fredda.

Questa parola, però, negli ultimi trent'anni ha acquistato anche un altro: infatti la comunità gay finlandese devota ai modelli estetici promossi da Tom of Finland organizza un raduno annuale che - ironicamente - si chiama proprio Finlandization... E che quest'anno si tiene ad Helsinki dal 26 al 28 agosto...

E quando parlo di comunità gay devota ai modelli lanciati da Tom of Finland non lo dico tanto per dire: infatti l'associazione che promuove l'evento si chiama TOM'S CLUB, e come si evince dal suo sito ufficiale (CLICCATE QUI) considerà Tom of Finland alla stregua di un nume tutelare.

La cosa curiosa, se vogliamo, è che questa associazione (a cui possono iscriversi i maschi gay o bisex) è iscritta all'ECMC (European Confederation of Motorsport Club) e rilascia una tesserina che garantisce tutta una serie di convenzioni in diversi esercizi commerciali della città. Infatti, quando non organizza il suo raduno annuale (che attira pubblico da tutta Europa), il TOM'S CLUB organizza comunque ritrovi e motoraduni mensili (aperti, ovviamente, anche a chi non possiede una moto ed è feticista del genere) e iniziative di vario genere...

Ad ogni modo, visto che oltre ad essere il trentesimo anniversario dell'evento c'è di mezzo anche il quarantesimo anniversario del TOM'S CLUB, durante la Finlandization ci sarà l'elezione di Mr. Leather Europe, e già che ci sono qui sotto vi faccio vedere i finalisti dell'anno scorso...

Come vedete al secondo posto era arrivato Mr. Leather Italia, Marco Solimene (in questo concorso l'Italia si fa notare relativamente spesso), anche se - tanto per cambiare - dalle nostre parti non ne ha parlato praticamente nessuno...

Fra parentesi: Mr. Leather è un evento che rientra nelle iniziative ufficiali dell'European Confederation of Motorsport Club fin dal 1985... Alla faccia di chi pensa che nell'ambiente dei motoraduni i gay siano esclusi per principio.

Certo si potrebbe aprire una lunga parentesi sulle differenze culturali, anche nell'ambiente gay, fra l'Italia e l'Europa settentrionale (anche in fatto di motoraduni), ma non è questo lo scopo di questo post.

In realtà ci tenevo a segnalare il Finlandization di quest'anno perchè questo anniversario è un po' l'ennesima prova del contributo che a portato Tom of Finland alla cultura gay in senso lato (contribuendo allo sdoganamento di un immaginario omoerotico "virile" e sessualmente emancipato), e in particolare alla cultura gay della nazione in cui è nato. Al punto che oggi per celebrarlo si usa una parola che, ironicamente, ricorda i tempi bui in cui la Russia dettava legge e in cui Tom of Finland era stato praticamente costretto a pubblicare i suoi primi lavori all'estero (prima in Danimarca e poi negli USA)...

Mentre adesso, oltre ad essere un punto fermo della cultura e dell'immaginario erotico gay, Tom of Finland è considerato un artista a tutti gli effetti... Tant'è che in diverse parti del mondo ci sono musei si tutto rispetto che gli hanno dato molto spazio e i prodotti che riprendono i suoi disegni non si contano (e se seguite questo blog sapete a cosa mi riferisco).

Peccato solo che, al momento, da tutto questo bel processo di valorizzazione artistica l'Italia resti ancora tagliata fuori, tant'è che dalle nostre parti una mostra personale dedicata a Tom of Finland non è mai stata organizzata...

E su questo ci si potrebbe scrivere un post intero... Cosa che magari, un giorno, potrei anche fare...

Per il momento, comunque, la cosa importante è che la Finlandization sia arrivata al trentesimo anno e che il TOM'S CLUB festeggi il quarantesimo: a livello simbolico non è una cosa da poco.

Alla prossima.

Nessun commento: