SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 24 agosto 2016

IDEE DA COPIARE...

Ciao a tutti, come va?

Il tempo vola e mancano pochi mesi alla nuova edizione di Lucca Comics & Games, ovvero la più grande manifestazione fumettistica italiana e una delle più visitate mondo. Al momento non è prevista alcuna parentesi LGBT, e non mi risulta che ci siano associazioni LGBT che vogliono organizzare qualcosa da proporre all'evento.

Come sempre, del resto.

Anche perchè a Lucca, al momento, non mi risulta che ci siano associazioni LGBT interessate a portare avanti questo discorso...

Sicuramente di Lucca tornerò a parlare a breve, tuttavia oggi non è di Lucca che voglio parlare, bensì del Festival International de la Bande Dessinée d'Angoulême, che quest'anno arricchirà il suo ventaglio di proposte con un nuovo tipo di iniziativa a tematica LGBT, da cui SICURAMENTE in Italia - e in particolare a Lucca - bisognerebbe prendere esempio.

L'idea è partita da un'associazione LGBT locale, che si chiama ADHEOS (CLICCATE QUI), e che - come nel caso dell'Arcigay Pinkriot di Pisa - copre l'area di tre Comuni (Angoulême, Saintes e La Rochelle) e non ha la sede ad Angoulême, bensì a Saintes (anche se ha un referente per ciascuno dei territori che copre). Quindi diciamo che, almeno in questo caso, c'è una curiosa somiglianza fra i due contesti (anche se è bene precisare che ADHEOS, ad Angoulême e a La Rochelle, ha uno spazio fisso una volta al mese)...

La grande differenza sta nel fatto che ADHEOS, quest'anno, ha deciso di essere presente al Festival di  Angoulême con una sua pubblicazione: una piccola antologia di fumetti realizzata in collaborazione con l'associazione LGBT BD... Un'antologia per cui si vaglieranno gli autori (e ovviamente le autrici) fino al 26 settembre, e che OVVIAMENTE accetta proposte da tutto il mondo (a patto che le storie siano tutte di una pagina e siano scritte in inglese e/o francese, o eventualmente senza parti scritte). Questa antologia, inoltre, verrà utilizzata per sensibilizzare i giovani nelle scuole della regione della nuova Aquitania, in cui ADHEOS porta avanti i suoi interventi, e verrà riproposta anche in altri festival del fumetto francesi..

Niente male, vero?

Il suo titolo dovrebbe essere Le Cahier BD des diversités e potete trovare tutte le informazioni che vi servono per partecipare sul sito dedicato, che trovate CLICCANDO QUI. Considerando che l'antologia avrà un numero limitato di pagine presumo che ci sarà una bella concorrenza, ad ogni modo ciascun autore (o autrice) può proporre fino a cinque lavori e questo è positivo... E sicuramente se qualcuno dall'Italia riuscisse ad inserirsi sarebbe una bella soddisfazione, anche solo per dimostrare che se dalle nostre parti non si organizza una cosa del genere non è per mancanza di talenti...

Ad ogni modo, alla luce di questa bella proposta, direi che è ancora più evidente il fatto che in Italia manca un'associazione che si occupi di promuovere il fumetto a tematica LGBT, e che eventualmente possa collaborare con le associazioni LGBT "tradizionali" per iniziative di questo tipo... E, visto che dalle nostre parti il mondo delle manifestazioni fumettistiche è abbastanza restio a rapportarsi con certe tematiche (a differenza di quanto accade negli USA, ad esempio), il peso di questa lacuna non è indifferente...

Tantopiù che il mondo del fumetto italiano, in generale, continua a risentire di un clima non propriamente progressista, diciamo... E non è che sia esattamente un bene.

Ad ogni modo vedete un po' di diffondere il più possibile l'iniziativa che vi ho segnalato oggi, e vediamo un po' che succede.

Alla prossima.

Nessun commento: