SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 4 marzo 2013

LA (NUOVA) MORTE DI ROBIN

Ciao a tutti, come va?
La notizia di oggi, per gli appassionati di fumetti, ha un nonsochè di deja vù... Infatti Grant Morrison, uno degli attuali sceneggiatori delle testate legate a Batman, ha annunciato che Robin "morirà da eroe"... O meglio: l'attuale Robin morirà da eroe, visto che il titolo di Robin - negli ultimi anni - è stato abbastanza mobile...
Piccolo ripasso per i non addetti ai lavori: il primo Robin (Dick Grayson) debuttò negli anni '40 e rimase al fianco di Batman fino agli anni '80, quando di emancipò divenendo il capo dei New Teen Titans e cambiando il suo nome di battaglia in Nightwing. In anni recenti, durante un periodo in cui Batman sembrava apparentemente morto, ne ha preso il posto, ma al suo ritorno è tornato ad essere Nightwing. In ogni caso fu proprio per merito di Dick Grayson - e di alcune parentesi involontariamente ambigue nei suoi quarant'anni al fianco di Batman - che Batman e Robin divennero un cult per la comunità gay.


Il secondo Robin, Jason Todd, subentrò a Dick Grayson negli anni '80, ma non  avendo un grande carisma divenne presto famoso per il fatto che - con un sondaggio telefonico - il pubblico decise (5.343 contro 5.271) che era giunta la sua ora... Dopo soli cinque anni di attività...
Questo personaggio, la cui morte embrava definitiva, venne fatto tornare in vita nel 2005, inizialmente come avversario e successivamente come alleato di Batman, anche se da quel momento in poi la sua natura ambigua gli ha fatto cambiare più volte ruolo, costume e nome di battaglia. Il terzo Robin (Tim Drake) arrivò nel 1989, ed essendo un personaggio moderno e al passo coi tempi ebbe una certa fortuna. Tuttavia anche lui maturò in fretta, e a seguito di varie vicissitudini entrò in conflitto con Batman e divenne Red Robin, anche se alla fine si è riconciliato con il suo partner...
Quando Tim Drake se ne andò per la prima volta, il suo posto fu preso per poco tempo dalla sua ragazza: Stephanie Brown, che prima combatteva il crimine facendosi chiamare Spoiler. La sua fortuna come Robin, però, finì quando anche lei sembrò incontrare una morte prematura. In realtà anche in quel caso si trattò di una morte simulata, tant'è che nel 2009 tornò vestendo i panni di Batgirl.
Più o meno a questo punto si scoprì che Batman aveva avuto un figlio (o meglio: che il suo presunto figlio comparso in una vecchia storia del 1989 era ancora vivo), di nome Damian. La madre era una terrorista internazionale di nome Talia, a sua volta figlia del temibile Ra's Al Ghul, padrone dei leggendari pozzi di Lazzaro, capaci di rigenerare le ferite mortali e rendere immortale chi ne fa uso (e infatti è stato grazie a questi pozzi che il secondo Robin è tornato in vita). Fatto sta che dal 2005 Damian Wayne - allevato come una perfetta macchina da guerra dal nonno - ha deciso di indossare i panni di Robin... Prima al fianco di Batman/Dick Grayson e poi assieme al redivivo padre biologico...
Condividendo un legame di sangue, tra l'altro, i due personaggi smontavano tutte le illazioni che avevano accompagnato il "dinamico duo" composto da Batman e Robin fin dalle origini. E può essere interessante notare che questo Robin farà una brutta fine proprio all'inizio del 2013, quando cioè i diritti gay negli USA stanno conquistando terreno e stanno entrando in una fase molto importante... Mentre la condizione omosessuale si sta "normalizzando" come mai prima d'ora. Intendiamoci: non sto dicendo che Grant Morrison farà morire Damian Wayne perchè vuole lasciare spazio ad un ennesimo Robin che non ha legami di sangue con Batman e in cui i lettori gay possono identificarsi meglio...
Però non posso fare a meno di pensare che la DC Comics gli abbia concesso la libertà di uccidere Damian anche perchè ha valutato le opzioni che questo potrebbe comportare, non ultimo il rilancio di Batman e Robin come cripto coppia gay... Ruolo che, volente o nolente, ha sempre avuto nonostante il costume di Robin sia passato a cinque personaggi diversi (senza contare i vari mondi alternativi e futuri ipotetici che compongono il multiverso della DC Comics, e non solo). Molto probabilmente la morte di Damian non sarà definitiva (soprattutto considerando il nonno che si ritrova), ma visti i precedenti è molto difficile che torni ad indossare i panni di Robin...
D'altra parte tutti i tentativi di lasciare Batman senza Robin si sono conclusi in un nulla di fatto... Visto che un nuovo Robin, prima o poi, si è sempre fatto avanti. Quindi ora non ci resta altro che aspettare che Batman elabori il lutto e che sia disposto ad accettare un'altro Robin...
E se questa volta fosse un Robin gay dichiarato?
Staremo a vedere.

Nessun commento: