SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 24 gennaio 2014

SE NON PUOI BATTERLI...

Ciao a tutti, come va?
Come forse avrete notato da qualche anno internet è diventato, tra le altre cose, un posto in cui si possono risparmiare un mucchio di soldi. Nel senso che, se una volta era necessario comprare DVD, CD, VHS o altri tipi di supporti per avere sottomano musica, video e altro, adesso basta avere a portata di mano un computer, una connessione veloce e un po' di dimestichezza con le varie possibilità di scaricare quello che interessa, in modo più o meno legale. All'inizio tutto questo sembrava la vittoria definitiva della pirateria, ma col tempo qualcuno ha iniziato a notare che - effettivamente - la possibilità di una diffusione gratuita (e legale) su internet poteva garantire indotti di altro tipo, ad esempio con la pubblicità. Così è successo che anche la YAMATO VIDEO, dopo oltre due decenni di importazione di animazione giapponese su supporti tradizionali (e con all'attivo un canale su SKY), ha deciso di aprire un canale su youtube.
Il canale, che si chiama YAMATO ANIMATION (CLICCATE QUI), in realtà è partito lo scorso settembre, ma prima di parlarvene mi sembrava doveroso tenerlo d'occhio per un po', onde verificare come si muoveva e qual'era la sua offerta, anche dal punto di vista LGBT.
In effetti il servizio funziona in maniera più che dignitosa, e gli aggiornamenti costanti hanno fatto in modo che diverse serie siano già state completate e siano fruibili in HD.
Dal punto di vista LGBT fa piacere notare che, anche se il canale youtube è accessibile a tutti (dall'Italia), non ci sono stati dei filtri a monte su serie che contenevano una percentuale più o meno rilevante di elementi di questo tipo.
Così, per par condicio, sul sito sono già presenti la serie lesbo friendly CARO FRATELLO...
La (breve) serie a sfondo omoerotico CICALA D'INVERNO...
E l'interessante reintepretazione della biografia di una spia transgender realmente esistita nella Francia di Luigi XV, e cioè LE CHEVALIER D'EON...
Magari può sembrare una cosa banale, ma considerando che - fino a non molti anni fa - la possibilità di fruire gratuitamente di animazione giapponese era legata ad emittenti televisive che adattavano, censuravano e stravolgevano gli elementi LGBT presenti in questa o in quella serie, forse questa può essere vista come una piccola e preziosa conquista.
E oltretutto è anche un modo per avvicinare una quantità di persone che, magari, non avrebbero mai speso un centesimo per vedere serie di un certo tipo: Serie che comunque possono stimolare una discussione e, ora che sono disponibili gratis, ampliare gli orizzonti di un pubblico più ampio.
Mi sento solo di fare un appunto: dai commenti in calce alle suddette serie sono stati rimossi quelli con contenuti omofobi (ma non i commenti ai commenti omofobi, col risultato che non si capisce a cosa si riferiscono), invece di prendere la parola e - magari - offrire una posizione ufficiale da parte di YAMATO ANIMATION sulla questione...
D'altra parte immagino che non si possa avere tutto e subito.
Alla prossima.

1 commento:

Stefano ha detto...

L'idea della Yamato Animation mi sembra buona, considerando che io stesso sono stato loro cliente per prodotti che nelle versioni "mediaset" erano inguardabili a causa della censura o per opere mai considerate dalla televisione.

A parte il fatto che rimuovendo i commenti omofobi si dovrebbero cancellare anche le relative risposte, onde evitare confusione, mi sembra che la posizione di Yamato sia chiara: traducono e rispettano materiale che il MOIGE non approva (lo riporto perché è un valore aggiunto), lo vendono o espongono e non accettano commenti omofobi, in quanto illegali. Agiscono in questa maniera proprio come farebbe un conduttore TV (serio) con una persona omofoba che sbraita in un programma: non gli darebbero spazio.
Se dessero una risposta chiara e si unissero alle discussioni, sarebbero uguali a chi, sempre in televisione (per fare un parallelo), si schiera a favore o contro tanto per far parlare e discutere durante il proprio programma.

Immagino che avere un canale youtube, nella nostra epoca, sia simile ad avere un programma tv (con la differenza della possibilità di scelta che internet consente), quindi ne devono conseguire varie responsabilità, tra cui evitare che si spanda la demenza... perciò quella verso i commenti omofobi e ignoranti è una censura, oserei dire, dovuta... dato che ignoranza e omofobia sono sbagliate in partenza e quindi non vanno considerate nemmeno come argomento di discussione: se uno ne è affetto, non deve far altro che farsi una cultura... e non sta alla Yamato la responsabilità di farglielo capire.
Quindi cancellare quei commenti mi sembra la soluzione migliore e più netta per dimostrare la posizione della Yamato.