SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 26 maggio 2014

MCKELLEN ART SHOW

Ciao a tutti, come va?
Il nuovo film degli X-Men è ormai in tutte le sale e sembra che sia destinato a diventare uno dei superhero movie più apprezzati di sempre. Negli USA, dove non solo ci sono associazioni per la valorizzazione dei fumetti LGBT (e tutto ciò che ci ruota attorno), ma dove le suddette associazioni sono anche molto attive nelle iniziative di autofinanziamento, hanno pensato bene di cogliere l'occasione per dare un colpo al cerchio e uno alla botte. Nel senso che, dalle parti dell'associazione GEEK OUT di New York, hanno voluto promuovere un attore gay dichiarato che è diventato una specie di icona per l'immaginario pop, e lo hanno fatto valorizzando degli artisti che lo hanno raffigurato e che con le loro opere contribuiranno a rendere più accattivante una lotteria che servirà a finanziare le attività dell'associazione (il 29 maggio). Chi sarà mai l'attore in questione?
Ma ovviamente Ian McKellen (che qui sotto vedete in versione primi anni '60).
Il bravo attore ha ispirato una notevole quantità di illustratori, che hanno cercato di coglierne al meglio la personalità, lo spirito, l'ironia e le capacità interpretative. Siccome questo è il BLOG che vi fa vedere quello che gli altri BLOG (italiani) tendenzialmente ignorano, qui di seguito potete vedere una selezione dei lavori che si aggiudicheranno i fortunati che avranno un biglietto della lotteria vincente...











Potete vedere tutti i lavori nel sito dedicato all'evento (lo trovate CLICCANDO QUI).
Belli, vero? Al di là della qualità di questi lavori, però, penso che sia interessante analizzare l'iniziativa in quanto tale, perchè con una sola mossa riesce a centrare diversi obbiettivi importanti... Non ultimo quello di valorizzare l'aspetto "gay" di un attore di cotanta levatura.
Fare dei paragoni con la situazione italiana, in questi casi, è sempre un po' imbarazzante, ma non sarebbe male se qualcuno traesse spunto da iniziative di questo genere per mettere in piedi attività di promozione culturale e artistica finalizzate all'autofinanziamento. Sicuramente il nostro paese ne trarrebbe un certo giovamento.
Staremo a  vedere se e quando questo potrà accadere.
Alla prossima.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Adesso io capisco tutto... però quando sento queste cose un po' mi spiace, ripensando a tutto ciò che questo attore è stato per il teatro e il cinema e per la cultura classica, e vedendo come oggi venga considerato solo come un rappresentante della cultura pop per aver interpretato due ruoli di un certo impatto mediatico (Magneto e Gandalf)

Wally Rainbow ha detto...

Osservazione interessante, ma non penso ci fosse intenzione di sminuire la caratura dell'attore. Semplicemente l'iniziativa è promossa da un'associazione gay che si occupa di fumetti e immaginario POP, e non di cinema e teatro in senso lato, quindi è naturale che chi gli ha proposto i suoi lavori abbia tenuto conto della cosa.

Anonimo ha detto...

Ma Wally, non mi riferivo a quest'iniziativa che, come ho detto, capisco.
Mi riferisco solo alla reputazione dell'attore. Non che la si voglia sminuire intenzionalmente. Dico solo che mi spiace un po' che per molti giovani, ovviamente amanti della cultura pop, manchi tutta la parte classica di Ian Mckellen e che sembri solo un attore anziano che ha fatto due ruoli ultrapop
Quando invece prima c'è stato molto altro...
Era solo per dire che mi piacerebbe che tutti conoscessero la sua carriera nella totalità e non solo per il botteghino