SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

sabato 3 maggio 2008

LA SEGNALAZIONE DI OGGI

Il mio sogno segreto è di fondare una casa editrice (da anni avrei anche in mente il nome che vorrei darle)...O almeno di diventare curatore editoriale per un editore competente e disposto a mettersi in gioco, cosa che non mi è ancora capitato di fare. Non tanto per pubblicare i miei fumetti, quanto per valorizzare tante storie e tanti autori che non hanno mai avuto la possibilità di farsi conoscere nel nostro paese. Uno dei tanti autori che porterei in Italia sarebbe Ivàn Garcìa (potete raggiungere il suo sito ufficiale cliccando sul titolo di questo post), che oltre ad essere un bel figliolo (vedi foto) fa dei fumetti gay decisamente interessanti e sopra le righe. Fra parentesi il ragazzo lavora anche nel campo dell'illustrazione per bambini e ragazzi, e persino nell'ambito dell'illustrazione anatomica, e questo dimostra che - in un paese civile come la Spagna - non ci sono conflitti d'interesse a realizzare fumetti gay mentre si opera su altri fronti. In ogni caso oggi volevo segnalare in particolare la sua serie Las Aventuras del Capitàn Eclipse. Qui di seguito posto qualche immagine promozionale (in cui non posso fare a meno di notare una certa somiglianza fra l'autore e il protagonista della serie...).


In un futuro remoto, ma non troppo, l'umanità ha imparato a viaggiare nello spazio, a colonizzare altri pianeti e a relazionarsi con altre civiltà. Il capitano Eclipse è un fuorilegge che a bordo della sua nave spaziale Divine si propone di offire aiuto ai gay e alle lesbiche perseguitati e deportati. Eh, già...Perchè in questo futuro la chiesa cattolica si è trasformata in una sorta di impero intergalattico (la galactoteocrazia) che dà la caccia agli omosessuali per convertirli in modo coatto (o eliminarli nei casi non "curabili"). Dell'equipaggio del Divine fanno parte anche il ragazzo del capitano, Greg (il giovane rampollo di una famiglia nobile, rinnegato a causa della sua omosessualità), la transgender Miss Tèrica e la meccanica lesbica Lupita. La cosa interessante di questo fumetto è che di sesso esplicito non se ne vede, ma in compenso i personaggi hanno un notevole spessore psicologico, un grande sex-appeal e, soprattutto, danno modo di fare una satira spietata alle lobby religiose cristiane e alla repressione della diversità. Non so perchè, ma qualcosa mi dice che in Italia non verrà pubblicato tanto facilmente...Comunque per quanti già si fossero innamorati dello stile di questo autore, segnalo che recentemente ha realizzato anche un fumetto a tema supereroistico in cui il sesso si vede: il titolo è XY ed è una specie di X-MEN in versione gaylesbica.


Lo scorso 29 Aprile, inoltre, è stata presentata (in contemporanea a Barcellona e Madrid) un'antologia di fumetti gay dal titolo GAY TALES (di cui penso proprio che tornerò a parlare), in cui c'è una sua storia liberamente ispirata alla Sirenetta di Andersen.

Forse anche voi come me state pensando che è un vero peccato che cose di questo genere non siano disponibili anche da noi, mentre magari le edicole e le fumetterie strabordano di cose trite e ritrite...Una cosa buffa che ho notato dell'editoria italiana è che tutti si lamentano da anni della crisi del mercato e delle vendite dei fumetti che continuano a calare, ma nessuno sembra voler proporre idee originali e autori davvero innovativi e di "rottura". Probabilmente, però, il discorso è molto ampio e il fatto che manchi l'innovazione nelle edicole è solo un riflesso della mancanza di innovazione che investe il nostro paese in tutti i campi.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Non c è niene da fare i migliori cha abbia mai visto sono i tuoi e quelli di patrick fillion!siete 2 geni.Ps:grazie per averci fatto partecipe dei tuoi fumetti online.

V. ha detto...

Non sono sicuro che mi piaccia, a dire il vero. Il suo stile è fin troppo *già visto*, non ci trovo nulla di accattivante o particolarmente originale. De gustibus, ovviamente, non posso e temo non potrò mai esprimere un parere sulle storie... peccato!

Wally Rainbow ha detto...

Infatti mi riferivo alle storie :-)

Ulisse ha detto...

E' un po' la solita storia, tutti quanti sanno che il mercato gay è un mercato appetibile ma nessuno osa sfruttarlo apertamente.

andrea madalena ha detto...

nmamma mia, quante cose scrivi! no riesco a starti proprio dietro! cmq molto interessante questo post (e notevole l'autore di cui parli... in tutti i sensi). grazie di condividere con noi tutti il tuo sapere!
:*

Wally Rainbow ha detto...

Inizio a preoccuparmi...Questo è il primo blog che gestisco...Lo sto gestendo male? E' troppo pesante? Devo scrivere e/o aggiornare di meno?

V. ha detto...

No no Vale, anzi!
Se avessi avuto la stessa costanza (ma anche uno spunto a settimana, eh?) sulla ML... ;)

Wally Rainbow ha detto...

ehhh...Ma sulla ML era tutto più dispersivo...

andrea madalena ha detto...

no no, non volevo criticare! anzi, è sempre interessante quello che scrivi. go on! -__^