SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

giovedì 8 maggio 2008

LA CURIOSITA' DI OGGI

All'inizio degli anni 90 in Italia gli appassionati anime (ovvero i cartoni animati giapponesi) iniziarono ad avere a disposizione delle pubblicazioni gestite in modo competente. A quel punto venne a galla che, per motivi abbastanza discutibili, tante serie non erano state nemmeno prese in considerazione per essere importate nel nostro paese. A monte c'è tutto un discorso relativo al pregiudizio secondo cui l'animazione trasmissibile deve rispondere solo a certi canoni, e se non lo fa deve essere riaggiustata o addirittura evitata. L'approfondimento di questo argomento potrebbe riempire libri su libri, ma non è questo lo scopo di questo post. Oggi volevo condividere con voi una serie "leggendaria" fra gli appassionati di anime, che in Italia non arrivò mai perchè...Buona parte dei protagonisti erano gay! Ebbene si! Il regno di Marinella, governato dal dispotico e irritante Patalliro du Malyner VIII (che dà il nome alla serie) era una vera e propria calamita per gay, travestiti, bisessuali e quant'altro. Questa serie in realtà era una disarmante commedia satirica, ed era tratta da un manga di Maya Mineo (serializzato dal 1979 e ancora in corso!).Questa è la sigla di testa.

Attraverso la caratterizzazione gaya dei suoi protagonisti enfatizzava i risvolti ironici e comici della vicenda, ma non prendeva mai di mira l'omosessualità in sè e non aveva mai avuto lo scopo di ridicolizzare la comunità GLBT in quanto tale. Questa serie in Italia non giunse mai, nonostante il fatto che per il regno di Marinella (che dovrebbe trovarsi in Svizzera) pare proprio che l'autrice si fosse ispirata al nome del comune di Santa Marinella in provincia di Roma...Non chiedetemi perchè! Purtroppo non sapremo mai se questa serie da noi avrebbe avuto successo oppure no, di certo non sarebbe passata inosservata...Chissà...Certo è che questa serie animata di 49 episodi venne realizzata in Giappone addirittura nel 1982! Le venne dedicato anche un film di animazione e, come se non bastasse, nel 2005 ne sono stati realizzati altri 26 episodi nuovi di zecca! Che dire...Paese che vai, cartone che trovi...Sicuramente il Giappone non è un paradiso per i gay, vista la sua cultura maschilista e virilista, però è evidente che è libero dai sensi di colpa occidentali e dalla demonizzazione religiosa dell'omosessualità e del travestitismo/transgenderismo. Non foss'altro perchè nel teatro tradizionale i delicati ruoli femminili sono rigorosamente interpretati da attori di sesso maschile, rispettati e ammirati da tutti. Qui di seguito la sigla di coda numero uno...

E la sigla di coda numero due...Dedicata alla love story fra il primo ministro e il capo dell'esercito di Marinella...Che, diciamolo, non sono esattamente due campioni di virilità.

Infine uno sketch comico fra il protagonista e il gran cerimoniere, che non è soddisfatto di come sculetta il suo sovrano e ha da ridire su come gestisce l'intimo femminile.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono tutti belli, carini e interessanti questi aggiornamenti, ma qaundo aggiorni i fumetti?
Cavoli, la stazione meteo del Guatemala e' piu' aggiornata...

Anonimo ha detto...

Concordo ci saranno dei prossimi aggiornamenti dei tuoi fumetti???

actarus76 ha detto...

Ciao, a tutti è la seconda volta che scrivo in questo blog, ma la prima, tanti mesi fa all'epoca degli aggiornamenti mensili,probabilmente avevo usato un nick diverso!

Scusa il ritardo nell'aggiungere un commento a questo post ma ti volevo chiedere se puoi dedicarne uno prossimamente alla Pricipessa Zaffiro mitico anime dell'epoca felice delle TV locali libere (siamo coetanei è la ricordo bene!!!).

E' vero che non fu importato un cartone come il regno di Marinella (credo perchè nella metà degli anni 80 ormai Mediaset controllava tutto) ma la Principessa Zaffiro fu sicuramente un cartone come minimo Friendly!! stavo riguardando la sigla oggi su You Tube è il nome completo del cartone in italia era "La principessa Zaffiro il Cavaliere Principessa"!!!! Non ricordo bene la trama ma il tema dell ambiguità sessuale era ben presente o sbaglio di brutto?